SPESSO CONFUSE: ALLERGIE ALIMENTARI MEDIATE DA IGE E DA IGG

Differenza fra la classica allergia alimentare mediata da IgE e l’allergia alimentare ritardata mediata da IgG

Ci sono diverse ragioni per cui un alimento può causare disturbi: tra queste la classica allergia alimentare mediata da IgE (tipo I) e l’allergia alimentare ritardata mediata da IgG, quest’ultima conosciuta anche come intolleranza alimentare. Entrambe hanno in comune il fatto che è coinvolto il sistema immunitario. Allo stesso tempo però ci sono alcune differenze nel modo di reagire.

Classica allergia alimentare mediata da IgE

La classica allergia alimentare di tipo I si verifica quando il sistema immunitario produce specifici anticorpi IgE (immunoglobuline della sottoclasse E). Questi anticorpi danno origine ha una reazione allergica immediata. I sintomi si manifestano dopo pochi secondi o minuti e sono: forte gonfiore, difficoltà respiratorie, eruzione cutanea, prurito o in alcuni casi anche shock anafilattico.

Chi soffre di questo tipo di allergia molto probabilmente saprà quali alimenti sono la causa dei disturbi, dal momento che i sintomi si manifestano immediatamente. Dunque, un esame del sangue non è necessario per identificare questo tipo di allergia. Il test IgE è più performante per avere una conferma. ImuPro non individua questo tipo di allergia alimentare.

igg-food-allergy-type1

Allergia alimentare ritardata mediata da IgG

L’allergia alimentare di tipo III si verifica quando il sistema immunitario produce specifici anticorpi IgG (immunoglobuline della sottoclasse G). Questi anticorpi possono dare origine a processi infiammatori. I sintomi si possono manifestare fino a 3 giorni dopo l’assunzione degli alimenti scatenanti l’allergia. E’ molto difficile individuare quale alimento causa i disturbi dal momento che i sintomi non sono immediati. Il test IgG può aiutare a individuare e restringere la ricerca degli alimenti sospetti.

Con ImuPro eliminerai solamente gli alimenti che contengono un elevato livello di anticorpi IgG. Questo significa che potrai mantenere una dieta varia e non devi necessariamente limitarti nell’alimentazione. Per esempio, dovrai eliminare il salmone dalla dieta, ma non necessariamente tutti gli altri tipi di pesce. Dopo un determinato periodo di eliminazione, potresti reintrodurre un alimento alla volta nella tua dieta e monitorare i sintomi. Questa fase di provocazione è uno step cruciale per individuare gli alimenti incriminati.

igg-food-allergy-type3

Allergia alimentare mediata da IgE vs allergia alimentare mediata da IgG

CaratteristicaAllergia alimentare mediata da IgE (Tipo I)Allergia alimentare mediata da IgG (Tipo III)
Risposta immunitariaProduzione di anticorpi IgE

Rilascio di istamina mediata dagli anticorpi IgE
Produzione di anticorpi IgG

Rilascio di istamine mediate dagli anticorpi IgG
Sintomi allergiciPrurito, arrossamento della pelle,
anafilassi, gonfiore delle membrane mucose
Disturbi infiammatori cronici, costipazione, morbo di Chron, diarrea, eczema, flatulenza, sindrome dell’Intestino Irritabile (IBS), emicrania, obesità, psoriasi
Inizio dei sintomiReazione immediata entro pochi minutiDa 3 ore fino a 3 giorni
DiagnosiPrick test o test su sangue di IgE + test di provocazione alimentareTest su sangue di IgG + test di provocazione alimentare

Link Correlati

Utilizziamo i cookie, inclusi cookie di terzi, per consentire il funzionamento del sito, per ragioni statistiche, per personalizzare la sua esperienza e offrirle la pubblicità che più incontra i suoi gusti ed infine analizzare la performance delle nostre campagne pubblicitarie. Può accettare questi cookie cliccando su "Accetto", o cliccare qui per impostare le sue preferenze.

Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close